Piemonte Zona Rossa da lunedì 15 marzo ma anticipate alcune misure

Published on 13 March 2021 • Emergenza

Da lunedì 15 marzo il Piemonte diventa ZONA ROSSA ma le disposizioni REGIONALI per la prevenzione del contagio da COVID-19 anticipano già a oggi (sabato 13 marzo) alcune RESTRIZIONI:

MISURE PREVISTE DALL’ORDINANZA REGIONALE n. 36 del 12 marzo 2021

- divieto di raggiungere le seconde case nelle giornate di sabato 13 e domenica 14 marzo, salvo i casi motivati da comprovate e gravi situazioni di necessità;
- anticipo a domenica 14 marzo della chiusura dei mercati, ad eccezione della vendita di generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici;
- mantenimento dell’ingresso di un solo componente per nucleo familiare nei negozi di piccola e grande distribuzione, fatta eccezione per la necessità di recare con sé minori, disabili o anziani;
- divieto di accesso alle aree attrezzate per gioco e sport (scivoli, altalene, campi di basket, zone skate) in aree pubbliche e all’interno di parchi, ville e giardini pubblici (fatta salva la facoltà dei sindaci di assumere differenti regolamentazioni nel rispetto delle misure di prevenzione).

Da lunedì 15 marzo è previsto il passaggio alla Zona Rossa secondo le nuove regole introdotte con il DPCM del 2 marzo 2021:

SPOSTAMENTI:
- Vietato circolare dalle ore 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute.
- Vietati gli spostamenti in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità.
- Vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori in zona rossa nonché gli spostamenti all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.
- Non è consentita la visita a parenti ed amici.

SPORT:

- E’ consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione.

- E’ consentito svolgere attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale.
- Divieto di accesso alle aree attrezzate per gioco e sport (scivoli, altalene, campi di basket, zone skate) in aree pubbliche e all’interno di parchi, ville e giardini pubblici (fatta salva la facoltà dei sindaci di assumere differenti regolamentazioni nel rispetto delle misure di prevenzione).
- Sospesa l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri sportivi e circoli sportivi.
- Sospesi tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva.
- Restano chiuse piscine, palestre.
- Impianti sciistici chiusi.

CHIUSURA RISTORANTI E BAR:
- Per le consegne a domicilio non ci sono restrizioni.
- La ristorazione con asporto è consentita fino alle ore 22, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
- Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici ATECO 56.3 e 47.25 (Ristorazione mobile - Bar), l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18.
- Resta consentita la ristorazione negli alberghi e nelle strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati.

COMMERCIO:
- Sospese le attività di commercio al dettaglio fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate dall’allegato 23 del DPCM (tra gli altri, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie, negozi per bambini e neonati, fiorai, negozi di biancheria, negozi di giocattoli, librerie, cartolerie, negozi di prodotti informatici, articoli sportivi, calzature, ottici, negozi di ferramenta), sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali, purché sia consentito l’accesso alle predette attività e fermo restando le chiusure nei giorni festivi e prefestivi.
- Chiusura parrucchieri e centri estetici.
- Chiusi i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici (anticipato a domenica 14 con ordinanza regionale)
- Restano aperte edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie.

TEMPO LIBERO:
- Chiusura di di musei e mostre.
- Restano chiusi teatri, cinema, discoteche e sale da ballo.
- Sono sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento.
- Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

SCUOLE:
- Sospese le attività dei servizi educativi dell’infanzia di cui all’art.2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n.65 (nidi, micronidi, sezioni primavera, spazi gioco, centri per bambini e famiglie, servizi educativi in contesto domiciliare, scuola dell'infanzia)
- Sospesa didattica in presenza per scuole elementari, scuole medie e scuole superiori.
- Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’utilizzo di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.
- E’ sospesa la frequenza delle attività formative e curriculari delle università e delle istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica.

TRASPORTO PUBBLICO:

Trasporto pubblico locale e trasporto ferroviario regionale: coefficiente di riempimento non superiore al 50%

 

Permane il coprifuoco dalle ore 22.00 alle ore 5.00